Registrazione | Login
 
giovedì 21 settembre 2017
Chi Siamo
 chi siamo Riduci

la nostra storia
LA BANDA DEI RANOCCHI nasce nel 2010 come spazio be.bi. , un luogo che accoglie bambini/e di età compresa tra i 12 e i 36 mesi.

IL NOSTRO NIDO
È un luogo confortevole dove poter lasciare serenamente i propri figli, con la consapevolezza che sia un luogo sicuro e dove i bambini possono socializzare e sperimentare con i loro piccoli amici .
La banda dei ranocchi, infatti, è un piccolo nido nato appositamente per poter seguire in maniera più mirata le esigenze di ogni singolo bambino. Grazie alla continua collaborazione tra educatrici e genitori si crea un ambiente sereno sia per il bambini che per i genitori stessi.
L ‘INSERIMENTO
l momento dell’inserimento al nido è un passaggio importante e delicato, e spesso è carico di attese e aspettative per i genitori. Questo passaggio, che per alcuni rappresenta la prima vera esperienza di “distacco”, racchiude risvolti emotivi che riguardano non solo i piccoli, ma anche la mamma e il papà.Generalmente ogni nido prevede nei primi giorni di frequenza la presenza di un genitore o di un’altra figura di riferimento per inserire gradualmente il bambino nel nuovo spazio e prendere confidenza con l’educatortice, facilitando così la conoscenza del nuovo ambiente. Il tempo dell’inserimento è ricco di emozioni anche per i genitori che compiono un passaggio importante nel lasciare il proprio bambino nelle mani di una nuova figura di accudimento. Creare un clima di collaborazione e fiducia reciproca con le insegnanti, è fondamentale affinchè il bambino si senta sicuro e sereno nel nuovo ambiente, prendendo confidenza con le educatrici con cui inizierà a passare molto tempo della sua giornata e che diventeranno un punto di riferimento significativo nel suo percorso di crescita.I sentimenti che accompagnano l’inserimento possono essere contrastanti: accanto all’entusiasmo di condurre proprio figlio alla scoperta di un mondo nuovo, fatto di stimoli diversi, legati al mondo “sociale”, potrebbero emergere sensi di colpa e timori legati all’idea di lasciare il bambino all’asilo; essere consapevoli di questi vissuti, del tutto legittimi, consente di poterli controllare, favorendo la serenità necessaria per affrontare momenti delicati come il saluto e il ricongiungimento quotidiano col bambino. Ad ogni bambino (e ad ogni genitore) il suo tempo!

...e tanto ancora cè da scrivere....

 Stampa   

Dichiarazione per la Privacy | Condizioni d'Uso
Home |  Chi Siamo |  I nostri Obbiettivi |  Attività |  Contatti
Copyright (c)